DECiDe

La sortita migliora la nostra democrazia europea?

In tempi in cui molti europei si sentono privati del diritto di voto e dell’attuale sistema politico, è necessario sperimentare forme alternative di impegno attivo dei cittadini nella democrazia. Crediamo nel potere di idee non convenzionali per ravvivare la nostra passione per la politica e la trasformazione della società. Per questo motivo proponiamo di sperimentare un sistema in cui le decisioni non siano prese solo per il popolo, ma realmente dal popolo, scelto a caso a sorte. Vorremmo invitare voi, membri e non membri di Alternative europee, a far parte di questo esperimento di un prototipo per il futuro della partecipazione democratica che va oltre lo Stato nazionale.

Il nostro approccio combina due idee promettenti: il voto a campione casuale (RSV) e le identità digitali. Partecipare alla democrazia attraverso la sortita è un’idea molto vecchia e crediamo che abbia molti vantaggi, soprattutto quando si tratta di selezionare i membri di un consiglio di amministrazione o di condurre sondaggi. Tuttavia, per garantire la legittimità, dobbiamo affrontare la sfida più grande della sortita e garantire una rappresentanza adeguata, per la quale dobbiamo conoscere la popolazione su cui si basa il nostro campione casuale. A tal fine, combiniamo la RSV con identità digitali sicure.

La nostra visione futura comprende un registro degli elettori a livello europeo in cui tutti gli europei sono registrati digitalmente con nomi, indirizzi e identificatori unici. Quindi, se qualcuno in Europa, dal Parlamento europeo a un governo locale o a una ONG, vuole scoprire come la gente in una certa regione si sente in merito a un problema, può utilizzare questo registro e fare un sondaggio su un piccolo campione rappresentativo. In questo modo, un feedback tempestivo sarebbe accessibile molto più spesso e a costi molto ridotti. Inoltre, il nostro approccio potrebbe cambiare il modo in cui concepiamo la democrazia tutti insieme.

Quest’idea è ben lungi dall’essere diffusa o pratica, e questo è un altro motivo per lavorare e sperimentare. Questo esperimento o prova sul campo, come lo chiamiamo noi, è la parte finale della prima fase del progetto di ricerca “DECiDe”. Lo scopo di questa prima fase è quello di sviluppare e testare un prototipo tecnico che combina RSV e identità digitale. Per questo motivo, il tedesco “Alexander von Humboldt Institute for Internet and Society” ha collaborato con European Alternatives.