Advisory board

Il nostro Advisory Board è formato da pensatori, artisti e attivisti provenienti da tutta Europa e oltre, che consigliano l’organizzazione sul suo messaggio, la sua strategia, i formati delle attività, i partner e i potenziali stakeholder.

Engin Isin

Engin Isin

Engin è titolare di una cattedra di Cittadinanza ed è professore di Politica presso la Facoltà di Scienze Sociali della Open University. È autore di Città senza cittadini (Montreal, 1992), Essere politici (Minneapolis, 2002) e Cittadini senza frontiere (Londra, 2012). Ha curato con Greg Nielsen, Acts of Citizenship (Londra, 2008). Isin sta attualmente conducendo tre progetti di ricerca principali: (i) riguardanti le concezioni postorientaliste della cittadinanza; (ii) riguardanti gli “atti”, in particolare quelli che costituiscono soggetti di giustizia che attraversano le frontiere; e, (iii) riguardanti la “cittadinanza digitale”, con particolare attenzione alla condotta di governo nel cyberspazio.

Etienne Balibar

Etienne Balibar

Etienne è professore emerito di filosofia morale e politica all’Université de Paris X – Nanterre e professore di lettere all’Università della California, Irvine. Ha pubblicato ampiamente nel campo della cittadinanza europea e della filosofia morale e politica in generale. Tra le sue numerose opere ricordiamo Lire le Capital (con Louis Althusser, Jacques Rancière); Spinoza et la politique (1985); We, Citizens of Europe? (2001); Politics and the Other Scene (2002); L’Europe, l’Amérique, la Guerre. Réflexions sur la mediationeuropéenne (2003); Europa, la Costituzione, la Frontière (2005).

Gianluca Solera

Gianluca Solera

Gianluca è stato tra i co-fondatori della prima piattaforma politica italiana dei Verdi, nella città di Mantova. Dopo gli studi sulle questioni urbane e regionali a Venezia, Parigi e Berlino, è stato per dieci anni consigliere politico del Partito Verde al Parlamento europeo e per due anni coordinatore del Partito Verde spagnolo in Europa. Alla Fondazione Anna Lindh per il dialogo tra le culture, negli ultimi otto anni (2005-2012), ha costruito una rete di 4.000 organizzazioni provenienti da più di quaranta paesi tra Europa, mondo arabo, Israele e Turchia. È autore di diversi libri, tra cui Muri, Lacrime e Za’tar (Nuovadimensione, 2007) e Un risveglio nel Mediterraneo (Nuovadimensione, 2013). È membro dell’Assemblea dei cittadini del Mediterraneo.

Philippe Van Parijs

Philippe Van Parijs

Philippe Van Parijs ha studiato filosofia, diritto, economia politica, sociologia e linguistica presso le Facultés universitaires Saint Louis (Bruxelles) e le Università di Lovanio, Oxford, Bielefeld e California (Berkeley). Ha conseguito il dottorato in scienze sociali (Lovanio, 1977) e in filosofia (Oxford, 1980).

È professore alla Facoltà di scienze economiche, sociali e politiche dell’Università di Lovanio (UCL), dove dirige la cattedra Hoover di etica economica e sociale dalla sua creazione nel 1991. Dal 2006 è anche professore ospite speciale presso l’Istituto Superiore di Filosofia di KuLeuven. Dal 2004 in poi è stato per diversi anni professore ospite regolare di filosofia all’Università di Harvard.

Raffaella Bolini

Raffaella Bolini

Raffaella è Direttrice Internazionale e membro del Consiglio Nazionale dell’ARCI, la più grande associazione culturale italiana con un milione di soci e formata da 5.000 centri comunitari locali che promuovono la cittadinanza, la democrazia e i diritti. È anche vicepresidente del Forum Civico Europeo, membro del Consiglio Internazionale del World Social Forum, membro del Comitato Esecutivo della Rete Euromed per i Diritti Umani e membro del Consiglio di Amministrazione di SOLIDAR.

Sandro Mezzadra

Sandro Mezzadra

Sandro insegna teoria politica all’Università di Bologna ed è borsista aggiunto presso l’Istituto di Cultura e Società dell’Università di Western Sydney. È stato visiting professor e research fellow in diversi luoghi, tra cui la Humboldt Universität (Berlino), la Duke University, la Fondation Maison des sciences de l’homme (Parigi), l’Università di Lubiana, il FLACSO Ecuador e l’UNSAM (Buenos Aires). Nell’ultimo decennio il suo lavoro si è concentrato in particolare sui rapporti tra globalizzazione, migrazione e cittadinanza. Tra le sue opere: “Diritto di fuga. Migrazioni, cittadinanza, globalizzazione” (ombre corte, 2006) e “La condizione postcoloniale” (ombre corte, 2008). Con Brett Neilson è autore di “Border as Method, or, the Multiplication of Labor” (Duke University Press, 2013).

Sigrid Gareis

Sigrid Gareis

Sigrid è segretario generale della “Akademie der Künste der Welt” (Accademia delle Arti del Mondo) di Colonia, membro del Consiglio di amministrazione di Allianz Cultural Foundation e fiduciario del Festspielhaus Hellerau/Dresda. È il direttore fondatore del Tanzquartier Wien.

Tania Bruguera

Tania Bruguera

Tania è un’artista cubana di installazioni e performance. Ha studiato all’Instituto Superior de Arte dell’Avana e poi ha conseguito un M.F.A. in performance presso la Scuola dell’Istituto d’Arte di Chicago- È la fondatrice e direttrice di Arte de Conducta (arte del comportamento), il primo programma di studi performativi in America Latina, che è ospitato dall’Instituto Superior de Arte dell’Avana. Dal 2003 al 2010 è stata assistant professor presso il Dipartimento di Arti Visive dell’Università di Chicago, Stati Uniti, ed è professore invitato presso l’Università IUAV di Venezia.

Ulrike Guérot

Ulrike Guérot

La dottoressa Ulrike Guérot è professoressa all’Università del Danubio di Krems, in Austria, e capo del Dipartimento per le politiche europee e lo studio della democrazia. Inoltre, è la fondatrice dell’European Democracy Lab di Berlino, un think-tank che genera idee innovative per l’Europa. Oltre a lavorare e insegnare in università in Europa e negli Stati Uniti, Ulrike Guérot ha lavorato e diretto diversi istituti di ricerca e think tank europei. I suoi libri (“Why Europe Must Become a Republic” nel 2016 e “The New Civil War – the Open Europe and its Enemies” nel 2017) sono stati i più venduti in Germania e non solo. Il suo lavoro è stato ampiamente tradotto e pubblicato in tutta Europa.

Wang Hui

Wang Hui

Wang Hui è professore presso il Dipartimento di lingua e letteratura cinese dell’Università Tsinghua di Pechino. Nel 2008 è stato nominato uno dei 100 migliori intellettuali pubblici al mondo dalla politica estera ed è autore di La fine della rivoluzione, Il nuovo ordine della Cina, La politica dell’Asia immaginaria e Il ventesimo secolo della Cina.