Raggiungere l’uguaglianza di genere è un passo essenziale per un’Europa inclusiva

This post is also available in: Inglese

L’Unione Europea ha, nei suoi trattati, chiarito la sua missione nel raggiungere uguaglianza di genere. Questo non è insignificante. Certamente battersi per questa causa è uno dei punti focali nella costruzione di una società europea aperta ed inclusiva. 

Siccome le disuguaglianze tra donne e uomini persistono nelle società europee contemporanee, l’uguaglianza di genere è una delle aree chiave nelle quali facilitare il cambiamento per creare delle società che garantiscano eguaglianza per tutti. Secondo la definizione di Amartya Sen, pari opportunità significa che gli individui hanno la libertà sostanziale che gli permette di vivere la vita che desiderano. Spesso le persone fanno scelte sulla base di pressioni culturali o abitudini sociali: “le istituzioni e le politiche sociali tendono o a valorizzare o a fermare lo sviluppo delle possibilità di vita individuali (ad esempio tramite l’istruzione)”, per dirla come la dicono le Equalities Reviews pubblicate dal governo britannico. Pensare alla parità di genere in questi termini ci permette di toccare delle questioni che vanno ben oltre la mera questione dei due generi, per proporre una visione di società equa che si basi sulle diversità.

Gli individui tendono ad internalizzare ostacoli (istituzionali, sociali etc) quando si trovano di fronte a diverse opportunità di vita. Ma siccome questi ostacoli sono strutturali nella società, sormontarli richiede qualcosa in più della singola volontà o azione. Un esempio spesso citato di questo tipo di barriere è il cosiddetto soffitto di vetro, una metafora usata per descrivere il soffitto invisibile che previene le donne dal salire di grado nella loro carriera, cosa che gli uomini fanno arrivando a posizioni senior. Il risultato, come menzionato da Dominique de la Garanderie, è che le donne sono più inclini ad “autocensurarsi. Sapendo che esiste un soffitto di vetro sulla base del genere, le donne sono meno portate ad aspirare ad una posizione di altro livello, frenando le proprie ambizioni o dicendo a se stesse che ottenere una posizione di potere potrebbe esporle ad un’ampia serie di reazioni e impedimenti, e così facendo spengono il proprio entusiasmo”.

Aumentare la rappresentanza delle donne nella sfera pubblica, lottando per un’indipendenza economica reale per donne e uomini e per un’equa rappresentazione nei processi decisionali è essenziale. Le donne aiutano ad arricchire il dibattito pubblico esprimendo diversi punti di vista, creati tramite diverse esperienze di vita. Per esempio, nel mondo degli affari e della politica, le donne sono più inclini ad insistere sulla negoziazione di un equilibrio gestibile tra lavoro e vita, in quanto sono più spesso responsabili di curare la sfera privata. Nelle arti, le artiste donne rappresentano ed esprimono la sessualità in maniere diverse, influenzate da sentimenti ed esperienze femminili, come fa k r buxey in Requiem (2002), per esempio, quando filma la sua espressione durante attività sessuali – un punto di vista che viene raramente, se non affatto, esplorato nel cinema mainstream.

Quando il cambiamento istituzionale è più lento di quello sociale, i cambiamenti possono essere fatti nelle sfere economiche, politiche ed artistiche, messi in campo da leggi e portati in atto dalle politiche. Gli effetti di questo tipo di supporto vengono dimostrati dalla proporzione in aumento delle donne nelle istituzioni politiche, nei consigli di amministrazione o nella proporzione di artiste donne che espongono nei musei.

Quando il cambiamento istituzionale è più lento di quello sociale, i cambiamenti possono essere fatti nelle sfere economiche, politiche ed artistiche, messi in campo da leggi e portati in atto dalle politiche. Gli effetti di questo tipo di supporto vengono dimostrati dalla proporzione in aumento delle donne nelle istituzioni politiche, nei consigli di amministrazione o nella proporzione di artiste donne che espongono nei musei.

Il maggior beneficio di un approccio così pragmatico e guidato dalle politiche è riconosciuto da un’ampia varietà di attori. I vantaggi economici di portare più donne nel mercato del lavoro sono stati molto discussi, e la società di consulenza gestionale Mc Kinsey ha pubblicato nell’ottobre 2007 un report a dimostrazione del fatto che le aziende con più donne nella dirigenza tendono a battere i loro rivali sulle performance. In più il cambiamento sociale indotto dall’aumento della partecipazione delle donne nella sfera pubblica più portare molto beneficio anche agli uomini. Ad esempio, il fenomeno in aumento dei giovani padri che prendono il congedo di paternità, o che in alcuni casi decidono di stare a casa per crescere i figli, ha recentemente ricevuto una grossa attenzione da parte dei media. La loro abilità di godersi la possibilità di stare più tempo con i propri figli è il risultato diretto di quelli che sono stati gli sforzi delle donne di esigere un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata.

L’uguaglianza di genere è la chiave di volta nella costruzione di un’Europa su basi sostenibili. Ecco perché, come sostenuto anche da Heleen Mees tra gli altri, le donne e gli uomini europei devono continuare a lottare per pari opportunità per tutti.

Queste discussioni sono particolarmente importanti al tempo in cui l’Europa è sempre più eterogenea, mentre alcune discussioni sull’uguaglianza di genere invocano il determinismo culturale e tendono a concentrarsi sulle questioni di genere in altre regioni del mondo. Ad esempio, la discussione sulle pratiche del velo islamico, dentro e fuori le società europee, sono un esempio di una sfida complessa ai discorsi di uguaglianza e diversità. Cercare di raggiungere obiettivi femministi in Europa significa più che semplicemente raggiungere l’uguaglianza di genere. Promuovere la parità di genere va oltre le questioni di genere. E’ anche una questione di battersi per una società aperta ed inclusiva che si basi sul rispetto per tutti, ed accetti le differenze come ricchezza, piuttosto che come minaccia. A livello europeo, un impegno continuo verso le pari opportunità rappresenta enormi strumenti di potenzialità perché questo accada. Ora devono solo essere attivati ed usati.

Share

Vuoi aiutarci a creare un'altra Europa?