Best of EA 2017

This post is also available in: Inglese

Con l’avvicinarsi della fine del 2017, vogliamo guardarci indietro e vedere cosa abbiamo raggiunto, insieme ai nostri aderenti e partner, sia a livello locale che istituzionale. Sforzandoci di avvicinare l’Europa più vicina a cittadine e cittadini, nel 2017 abbiamo lavorato per mobilitarci nel continente con dibattiti, eventi aperti, seminari internazionali, articoli online e su carta stampata, produzioni video, campagne online e, in particolare, con il Festival TRANSEUROPA 2017, con l’intento di ribaltare l’apatia Europea. Questo anno è stato particolarmente importante per noi, in quanto abbiamo festeggiato il nostro decimo anniversario a Roma, al museo MAXXI, con una giornata interamente dedicata all’idea di Europa. Nulla di questo sarebbe stato possibile senza di voi!

Quali sono stati i nostri risultati nel 2017?

1. TRANSEUROPA 2017 – Convergent Spaces

Alla fine di Ottobre, insieme a oltre 150 attiviste_i da tutta Europa, abbiamo organizzato il Festival TRANSEUROPA 2017, con lo slogan “Convergent Spaces – Spazi di convergenza”, insieme ai nostri amici e partner di Zemos98. Nell’ultimo decennio, TRANSEUROPA, ha attratto migliaia di partecipanti in un grande evento decentralizzato in oltre una dozzina di città europee e con un momento finale di alto profilo in una città specifica. Per l’edizione 2017, Convergent Spaces, la città centrale di TRANSEUROPA è stata Madrid, dove abbiamo goduto anche del supporto ufficiale del Consiglio Comunale. Il Festival si è svolto in 5 giorni ad Ottobre e ha lavorato su 3 tematiche: Europa come rifugio, città del cambiamento e i beni comuni, tramite una serie di diversi formati, da seminari a workshop partecipati, a interventi artistici, performance, proiezioni, musica e dibattito politico.

  1. Art Real: cambiare la narrativa sulle migrazioni tramite arte e cultura

Nel 2017 Talk Real ha lanciato “Talk Real – Art Real”, una serie di episodi su progetti artistici, da movimenti locali a istituzioni culturali che volgono a contrastare il discorso dominante di crisi e minaccia della cosiddetta “crisi dei rifugiati”. Art Real ha contato sulla moderazione di Margarita Tsomou, e sulla partecipazione di ospiti importanti come Oliver Ressler, Lucila Rodriguez Alarcon e Navine G. Khan-Dossos. La serie di episodi è parte del nostro progetto “Re-Build Refuge Europe”, che coinvolge UK, Svezia, Spagna, Germania e Grecia. Il progetto ha lavorato nella produzione di pratiche innovative che possano permettere a cittadini europei e rifugiati di lavorare insieme per camminare allo stesso passo e impare gli uni dagli altri.

3. Cooperazione con gli attivisti e la società civile dei Balcani Occidentali

Nel 2017 siamo stati parte di Democratic Left 2018: un processo coordinato dalla Fondazione Friedrich Ebert (FES). Il nostro ruolo è stato, tra gli altri, contribuire ad editare il Manifesto della DL18 (destra democratica) e a produrre delle discussioni video di Talk Real, per dare risalto e visibilità alle sfide centrali dei balcani occidentali ad oggi. Insieme, abbiamo costruito raccomandazioni politiche per il futuro della regione che saranno portate ai decisori politici nei prossimi mesi.

4. Shifting Baselines of Europe

E se un’altra Europa esistesse già? Quest’anno abbiamo pubblicato un nuovo libro su questa scia, che esplora un’idea di Europa oltre il neoliberismo e i nazionalismi. Shifting Baselines of Europe è costruito su una serie di interviste e saggi di autori e autrici come Etienne Balibar, Ulrike Guérot, Gesine Schwan, Renata Avila, Barbara Spinelli, Andreas Karitzis, tra gli altri, e interviste con rappresentanti di città come Madrid e Napoli. Dalle esperienze a livello municipale al livello dei media transnazionali, dalla tecnologia alla contro-sorveglianza, passando alle proposte concrete per ricostruire una politica europea sui rifugiati. Il libro è la prova che un cambiamento verso un nuovo modo di pensare e fare politica non è solo possibile, ma sta anche già accadendo. Puoi scaricare il libro gratuitamente qui.

5. PoliticalCritique.org

Quest’anno abbiamo deciso di unire le forze con i nostri amici di Krytyka Polityczna per sviluppare una rete di media transnazionale che sia capace di parlare oltre i confini europei. Con il nostro giornale PoliticalCritique.org, offriamo uno spazio online e una comunità per una generazione di cittadini_e attivi_e che sia più connessa e che si impegni nel contesto che li_le circonda. Questa nuova alleanza si lega a stretto giro con il nostro obiettivo comune di connettere un pubblico che esiste già a livello nazionale, perché si interessi anche di costruire politiche, conoscenza e immaginari a livello europeo.

Share

Vuoi aiutarci a creare un'altra Europa?