Azione per la Libertà di Movimento in Polonia

This post is also available in: Inglese

In tutta Europa, i cittadini fanno i conti con una crescente insicurezza nei loro diritti, con attacchi continui alle loro persone e persino minacce di deportazione. La natura e le conseguenze di questa insicurezza e i portatori di ostilità possono essere diverse, in particolare tra Europa occidentale e orientale: non è mai stato così urgente occuparsi di questo problema agendo attivamente attraverso l’Europa e difendendo i diritti dei cittadini mobili.

Questo è quello che hanno iniziato a fare 17 attivisti per la libertà di movimento provenienti da tutta Europa dal 18 al 20 Settembre a Varsavia per l’inizio dell’addestramento della serie ACT4Freemovement, condotta da European Alternatives, ECAS (European Citizens Action Service) e Krytyka Polityczna. La serie è parte del programma ACT4FreeMovement, supportato dal European Program on Integration and Migration e punta ad incrementare la capacità dei cittadini europei di assicurare un accesso sicuro ai loro diritti e costruire una coscienza pubblica e un supporto politico per la libertà di movimento in Europa, attraverso sensibilizzazione, campagne e corsi di formazione.

Dopo 3 intense giornate, i partecipanti- studenti, attivisti, praticanti NGO, avvocati- hanno aumentato la loro conoscenza della cittadinanza europea e i diritti di libertà di movimento associati e hanno appreso gli strumenti per difendere quei diritti dal livello locale a quello transnazionale. Hanno anche sperimentato con approcci partecipativi come sviluppare le proprie campagne per difendere i diritti dei cittadini mobili europei su una varietà di problematiche, dai diritti di entrata e residenza, discriminazione nei confronti dei cittadini europei marginali o la partecipazione politica nelle elezioni. I giorni sono stati anche un’occasione per condividere la loro visione di libertà di movimento e delle attuali sfide con attivisti polacchi e organizzazioni per i diritti dei migranti, dalla crescita del nazionalismo e movimenti di estrema destra allo sviluppo delle migliori narrative per il supporto della mobilità in Europa.

Nei prossimi mesi, i partecipanti continueranno a sviluppare ancora le loro idee di campagne e continueranno a scambiarsi opinioni e discutere riguardo i valori e le narrative che devono essere portate avanti per difendere con successo un’Europa aperta, democratica equalitaria. Il festival Transeuropa organizzato da European Alternatives, che avrà luogo dal 25 al 29 Ottobre a Madrid, sarà la prossima pietra miliare per le serie di addestramento, e sarà importante, perché centinaia di attivisti si uniranno per formare un’Europa di alternative progressiste. Poiché i diritti dei cittadini europei sono sempre più spesso violati lungo tutto il continente, avremo bisogno di narrative creative e azioni innovative per ispirare nuove generazioni di attivisti ad agire per la libertà di movimento. È arrivato il momento!

Share

Vuoi aiutarci a creare un'altra Europa?