Annual Report 2016: Rifiutando di scegliere tra l’establishment e il nazionalismo

This post is also available in: Inglese

Se c’è una cosa che il 2016 ci ha insegnato, questa è che oggi, più che mai, è tempo che i cittadini si riprendano in mano il futuro dell’Europa.

SCARICALO QUI

Se c’è una cosa che il 2016 ci ha insegnato, questa è che oggi, più che mai, è tempo che i cittadini si riprendano in mano il futuro dell’Europa. I movimenti di estrema destra diffusi in tutta Europa ed oltre stanno canalizzando paura, rabbia e disperazione nei confronti dei più deboli: rifugiati, migranti, disoccupati. Questa non è la nostra visione dell’Europa. Gli euroscettici cercano maggiore influenza nell’Unione Europea, nell’anno di Brexit, Trump e populismo, nell’anno in cui i referendum in Italia, Gran Bretagna e Olanda hanno mandato un chiaro segnale di rifiuto dell’establishment.

European Alternatives rifiuta di scegliere tra l’establishment e il nazionalismo. Crediamo che ci siano modi alternativi di costruire una nuova narrativa per il nostro continente. Lo status-quo non può essere invertito fin quando i cittadini non si sentiranno di avere ogni strumento per essere padroni del proprio destino, con abbastanza forza per immaginare, rivendicare e praticare l’Europa che vogliono e non quella che gli viene imposta.

Nel 2007, abbiamo dato via ad un percorso di costruzione di contro proposte al dato, verso un rinnovamento della democrazia europea. Questa proposta può solo provenire da alleanze e sinergie tra movimento sociali, organizzazioni della società civile, sindacati, attivisti, artisti, cittadini e rappresentanti politici dal livello locale a quello transnazionale. Dopo un decennio la nostra posizione rimane invariata. Solo re-immaginare, ri-definire e ri-raccontare il significato dell’Europa e chi la vive può modificare il sentimento di disimpegno e sfiducia che al momento prevale spaventosamente tra le giovani generazioni.

Nel nostro sforzo per portare l’Europa più vicina ai cittadini, abbiamo lavorato nel 2016 per attivare i nostri aderenti, partner e cittadini tramite dibattiti, eventi aperti, seminari internazionali, articoli online e offline, produzioni video, campagne sui social media e molto altro, con l’intenzione di invertire il sentimento di apatia e combattere il nazionalismo.

In questo report, troverai più informazioni su progetti, pubblicazioni, eventi e campagne che hanno portato insieme i nostri partner e reti nel 2016. Scoprirai anche di più sugli obiettivi che ci poniamo per il futuro e come unirti a noi.

Share

Vuoi aiutarci a creare un'altra Europa?